upgrade #8 Sting-in’ under the rain

sting

Oggi ho la febbre. E’ arrivato l’inverno in anticipo.
I miei studenti dovranno fare a meno di una verifica e di un paio di spunti interessanti.
Salterò un aperitivo di compleanno e forse una gita in montagna.
Magari però leggo un libro in più.

La febbre mi fa venire in mente l’inverno e l’inverno mi fa risuonare in testa una canzone non particolarmente nota ma molto evocativa di Sting: The Hounds of Winter.

Sting si alza dal letto e la sua donna l’ha lasciato.
Storia triste.
Sting ha l’anima scura “I’m as dark as December”
Si fa consolare dagli amici, gira per la città e ripensa a lei, bella come il giorno, che gli scaldava le notti più fredde e gli illuminava la giornata…
Cerca di accendere il fuoco, e va in cerca di legna secca: ancora non può credere che lei se ne sia andata.
…e sempre i Cani dell’Inverno ululano in lontananza.

Soffermiamoci su questa interessante immagine dei Cani dell’Inverno.
Gli elementi sono due, ovviamente:
1.i Cani,
2.l’Inverno.

Escludiamo – giusto per scrupolo – che Sting giri per il paesino di Valdarno (Toscana) attorniato da una muta di husky.

Allora i cani e l’inverno devono avere un significato ulteriore.
Simbolico, direbbe qualcuno.
Poetico, direbbe qualcun’altro.
Allegorico, direbbe un terzo.

Allora, partiamo dall’Inverno, che mi sembra più semplice.
L’Inverno è la stagione morta. La stagione che ci fa pensare alla fine, al silenzio, al buio.
Sting dice di essere oscuro come dicembre.
Dicembre, antonomasia (e metonimia) dell’Inverno, è la stagione del buio.
E un’anima buia non si apre alle relazioni, non vede la speranza, non illumina.

L’inverno indica, quindi, come era supponibile, la tristezza dell’anima dell’uomo lasciato.
La morte che aleggia sulle acque del suo cuore.
Facile.

Ora, vediamo cosa c’entrano i cani.
Intanto è interessante la Prosopopea che personifica l’Inverno. Solitamente sono gli uomini che hanno possesso di cani (il migliore amico dell’uomo, non a caso): in questo caso è l’Inverno, che condivide una caratteristica con l’uomo: l’essere cinofilo.
Immaginati l’Inverno come vuoi: signore distinto, re glaciale, mantellato di stelle. Come preferisci.
Attorniato da cani.

Come sono questi cani?
I Cani dell’Inverno, come tutti i cani di questo mondo, sono fedeli.
Cioè: stanno dalla parte del loro padrone, e sono nemici dei nemici del loro padrone.
Se l’Inverno rappresenta la tristezza, o la malinconia, i Cani le sono fedeli.
Sono gli alfieri della Malinconia, le fanno compagnia.
Può essere che Sting li senta come ostili.

Poi i cani inseguono.
E Sting si sentirà inseguito dalla Malinconia, braccato dalla tristezza.

Poi i cani abbaiano.
E – diciamocelo – quando un cane abbaia all’improvviso, spaventa.
Così come quando ululano.
Solo alcune creature notturne trovano gusto nell’ascoltare l’ululato di un cane.

Non solo.
“Hounds” significa cane da caccia, differentemente dal più domestico “dog”.

Sting è la preda, tramite un’efficace metafora stagionale, della tristezza.

(Grazie ad Andrea Chiarvesio che mi ha segnalato l’assenza del grande bassista all’interno di Cantami o dj)

Annunci

~ di debenedittismatteo su 5 novembre 2009.

3 Risposte to “upgrade #8 Sting-in’ under the rain”

  1. Hounds of Winter è il canto disperato di un uomo aalle soglie della maturità che ha perso la sua compagna (leave me too soon…lei è morta ancora giovane…) …non di un innamorato abbandonato…sono la vecchiaia e la morte (the winter) che si avvicinano inesorabilmente e sono rappresentate dalla muta di cani ululanti che sente in lontananza e che lo cercano (da quì la scelta del termine hounds invece che dogs) …è una canzone che parla di morte…terribile e bellissima..
    non a caso Sting l’ha riproposta nel suo ultimissimo lavoro dedicato e ispirato dall’inverno (If On A Winter Night…)

    • Grazie Nautilus, mi era sfuggito il “too soon”.
      Per quanto riguarda le caratteristiche dell’Inverno e dei Cani, mi pare che siamo concordi.
      Oltre ad amare entrambi la canzone.
      grazie.
      matteo

  2. Grazie a te per la pronta risposta…spero che la febbre sia passata 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: