#15 – Ulisse in altre rime

Molti cantanti si sono dedicati alla figura di Ulisse – da Lucio Dalla (Itaca) a J-Ax (Nessuno) a Jovanotti (Non m’annoio, Bruto, Penelope) e altri che di sicuro mi sono sfuggiti.

Il buon Asso di Picche ne ha fatto un commento/riassunto in una versione rappata filologicamente scrupolosa, per gli studenti delle scuole medie.
Da godersi di seguito.

Allora, benvenuti nell’ottava bolgia, nell’ottavo cerchio
Siamo nel canto ventottesimo, Dante e Virgilio all’inferno
si sono incamminati tra le perduta genti
ormai sono giunti nelle malebolge tra i fraudolenti
Dante il poeta, il sommo Alighieri
immerso è perso nei suoi pensieri
pensa in testa e gli sfugge la risposta all’ennesima domanda
il perché quella fiamma ha una parte più alta dell’altra?
C’è il maestro che interviene, lesto risponde Virgilio
che in quella fiamma stanno i flagelli di Ilio
hai capito perché la punta è doppia e si vede
ecco anche da morti stanno insieme Ulisse e Diomede!
Dante si interessa, pensa e si ingegna ma una parola non spreca
intanto Virgilio parla lui che ha la parlata greca
C’è Ulisse che spiega e insegna, Dante apprende e segna
E sente che varcare le colonne d’Ercole ne valeva la pena!
Spinse Ulisse e poi Dante la sete di conoscenza
tu pure sai che non puoi vivere senza!
un re di Itaca scopre il mondo su una barca come Caronte
dietro vengono i posteri a studiare per seguirne le impronte!
Ingegno e conoscenza mostran la retta via contro l’inganno
Allora Dante narra l’ingiustizia del cavallo di Troia e mostra il danno
resta una colpa vergognosa che ricadde sugli Achei
E chi può discolpare dalla frode gli eroi che sono rei?
È colpevoli il verdetto netto del poeta fiorentino
sbagli commessi contro il giusto volere divino
tra fiamme sono puniti Ulisse e Diomede fanno ammenda
Un poeta come Dante castiga in rima usando la penna
Pensate e scrivete anche voi di tutto su ogni quaderno
e magari tu sarai il nuovo Dante e tu scriverai il nuovo inferno
Noi capimmo ieri forse, voi capite oggi magari o capirete domani
da grandi il grande valore della scuola oltre a quello dei diari!
Oh! La scuola è un po’ dura per noi che siamo scolari
beh per questa volta è bello tirare su le mani
Yo! Voi ringraziate io faccio i dovuti saluti
E ricordate che fatti non foste per vivere come bruti!

Asso di Picche – 9 febbraio 2010

Annunci

~ di debenedittismatteo su 8 marzo 2010.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: