Dante incontra Bob Marley nella selva degli scialacquatori

Per dare l’esempio pubblicherò gli ottimi apocrifi danteschi fatti dai miei studenti di terza.

DIVORA IL RASTA ALLA SUA POSTA
Dante incontra Bob Marley nel girone degli scialacquatori

Come fummo giù nel secondo giron
subito ci mettemmo per un bosco
che giù da lato scendeva in un burron

Cominciai:”Poeta, se ‘l conosco
parlei a quel marron che fugge là”
e il duca mio con lo sguardo fosco:

“Vedi Nine Mile è la sua città
suo padre bianco e sua madre nera
“Banny” cantò e un buon uomo resterà”

Di rietro a lui era la selva più nera
ed ecco giù dalla sinistra costa
nudo e graffiato mi parea che era

Superano facilmente ogni rosta
nere cagne bramose e correnti
divoran il rasta a la sua posta.

Tenta di cantar, mostra solo denti,
allora il maestro chiese il nome suo
“Bob Marley io son, vissi tra i perdenti”

Così gli dissi: ”Che peccato è tuo?”
“In vita mia sai provai di tutto
canne, tabacco fumai ambe duo

L’animo mi divenne assai brutto
dall’infanzia il padre mio mi abbandonò
a dieci anni arrivò un gran lutto

Ogni donna un ricordo mi lasciò
tanti figli amai ma nessun per me
e per questo ognun di lor mi perdonò

No women no cry quanta fama c’è”
egli piangeva sì che di pietade
io venni men così da perder il sè

E caddi come corpo morto cade.

giovanni paterlini
classe III 2012-2013
liceo san gregorio magno
s.ilario d’enza
reggio emilia

Annunci

~ di debenedittismatteo su 21 maggio 2013.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: