ANIMA D’AFFAN PREGNA Dante e Beyoncè nella cornice dei superbi

ANIMA D’AFFAN PREGNA
Dante e Beyoncè nella cornice dei superbi

E superato l’antipurgatorio,
lo mio maestro ed io insieme giungemmo
alla cornice bianca come avorio;

e innanzi a noi subito intravedemmo
anime di penitenti piegate
e un gran masso sul lor dorso vedemmo.

Chiesi: “Perchè son così maltrattate?”
disse lo mio maestro: “Perchè in vita
lor furon altezzose, e son straziate

così per procedere la salita
con un pesante masso sulla schiena
per non andare in maniera spedita”.

Dinanzi a me un’anima d’affan pregna
intravedea, e, incuriosito,
m’incamminai da quell’anima degna.

Quando fui giunto le chiesi stupito:
“Chi fosti che alla umiltà hai ceduto?”
“Io son Beyoncè” restai ammutolito.

“Da poco son qui perchè ho voluto
superare in fama gli altri cantanti,
molti milioni di dischi ho venduto

e ne ho progettati altrettanti
per diventare una star globale,
fino a superarne ancora tanti.

Ma per evitare di stare male
accettate vostre capacità,
anche se avete una vita banale.

Ognuno ha doti e qualità
diverse, cercate di esser veri
non i migliori nelle quantità.

Abbiate la forza di esser fieri.”

Irene Azzimondi
Liceo scientifico San Gregorio Magno
Classe III 2012-13

Annunci

~ di debenedittismatteo su 4 giugno 2013.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: