FULMINE IN NERA TEMPESTA Dante incontra Achille nel girone dei violenti

FULMINE IN NERA TEMPESTA
Dante incontra Achille nel girone dei violenti

Ed ecco, giungemmo a una lorda riva,
marcia e molle per la sanguigna fossa,
qual in orrida cerchia ribolliva.

Scrutando con orrore l’acqua rossa,
vid’io molta perduta gente immersa:
torcevansi come chi uscir non possa.

In lo cruento brodo era riversa,
e lunghi guai e grida e urla dannate,
al sommo Giove e alla fortuna avversa.

“Or aguzza gli occhi mio mortal frate.”
Elli a me: “Vedi rive insanguinate?”
Guarda se vedi leste* cavalcate.”

Seguendo i voli di saette lanciate,
vidi centauri correre assai lesti*,
seviziar le anime senza pietate.

Ecco, una d’esse stava senza vesti,
parea sguazzar nell’orrido bollore.
“Chi se’, che l’mio supplizio a veder resti?”

Chiese con favella di antico ardore,
dal sangue sollevando bionda chioma.
“Tu pria dillo a me, tristo peccatore.”

“Io fui Pelide, e “lesto*” mi si noma.
Infiniti lutti addussi agli Achei,
ma la mia ira ancora non si doma.

Io son Achille, e ancora lo sarei,
lassù alle porte di Troia gloriosa,
ma un vile** mi colpì: peggior tra i rei!

Cane! Prole di donna velenosa!
Tu lordo verme, orrido e brutto porco!
Vorrei il mio ferro in tua carne schifosa!

Io ti disprezzo, quaggiù nel nero Orco!
Allietati di ciò che Minos volle***,
tu rigetto del Cielo, lercio e sporco!

Ei gittò me qui alle bollenti polle,
ei strappò me dal giron procelloso§,
frenar giusta vendetta quello volle!

Da quanta ira, quant’ odio i’era roso!
Ero il tuo fulmine in nera tempesta,
E d’esserlo ancora sarei voglioso!

Non volle, e da guair§* quaggiù mi resta.”
Azzimondi Jacopo

* è possibile notare come l’aggettivo “lesto” ricorra frequentemente all’interno del canto, probabilmente in collegamento con il caratteristico e veloce “gioco di gambe” di Achille.
** con questo aggettivo viene definito Paride che, grazie all’aiuto di Apollo, sgusciò alle spalle di Achille e lo uccise colpendo il famigerato tallone con una freccia, in maniera decisamente vigliacca e codarda.
*** su questo gli studiosi hanno molto dibattuto. Leggendo anche le terzine successive, si è giunti alla seguente conclusione: Achille e Paride furono originariamente collocati entrambi nel girone dei lussuriosi, ma l’odio dell’eroe nei confronti dell’avversario era così violento in terra che continuò a bruciare anche nella bufera infernale. Per questo Achille divenne “il fulmine nella nera tempesta”, seviziando continuamente l’anima di Paride per vendicarsi. Minosse, giudice infernale, scelse allora di infliggere una pena più crudele, e più giusta, al focoso eroe. Così lo immerse nel Flegetonte, impedendogli di sfogarsi e di compiere la sua vendetta(per questo Paride deve “allietarsi” del volere di Minosse).
§ è appunto il girone della tempesta, cioè di quelli “ch’amor di nostra vita dipartille”.
§* Achille, da eroe di “antico ardore”, si riduce qui a essere l’animale con cui ingiuria il suo stesso nemico (v.28).

Il sistema dantesco ha delle regole che a volte hanno delle eccezioni. L’apocrifo in questione racconta di una deroga all’inflessibilità legislativa minoica. Achille viene spostato di girone perchè, come Ugolino più sotto, sevizia a sua volta, con pena aggiuntiva, il suo uccisore Paride.
Un Achille che, ricorda sputando, sarebbe ancora vivo! (Di notevolissimo interesse questa commutazione dell’invulnerabilità in immortalità.)
E mantiene per questo immutata la sua ira, che da funesta diviene funebre. Emozionante questo Achille esaltato nella rabbia, affatto opposto al meditabondo spirito incontrato da Ulisse nella sua nekya.
E, con grande dignità, Dante argina questo fiume di rabbia dicendo solo una parola: ribaltando la domanda di Achille (che a sua volta ribalta i consueti schemi danteschi, in cui non è il morto a domandar per primo).

Annunci

~ di debenedittismatteo su 3 settembre 2013.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: