Vincitori concorso APOCRIFI DANTESCHI ANACRONISTICI 2013

VINCITORE APOCRIFO DANTESCO ANACRONISTICO INFERNALE 2013
Luca Fanti, Reggio Emilia liceo classico-scientifico Ariosto-Spallanzani, classe II A.

Dante incontra Tisbe e Piramo nella selva dei suicidi

Poi che la trista morte a noi fu conta
del peccator che nacque in mia cittade
e dura pena nel tormento affronta,

«Lamenti vederai d’antica etade»
dissemi ‘l duca mio con scuro volto,
«se ‘l guardo tuo tra quelle fronde cade».

Menommi a tronco di quel bosco folto
ch’a sterpi d’altro legno disonesto
co’ rami suoi nodosi parea involto,

sì ch’ei mi disse: «Il dicer tuo sia lesto;
domandal de la via ond’ei si dié morte,
ché tu udirai parole d’amor mesto».

Allor in me sentia ‘l disio sì forte
di quei che vuol conoscer altrui vita,
ché in essa crede ritrovar sua sorte,

e dissi: «Anima lesa, che fuggita
sei dalla sede che ‘l Fattor ti diede,
sperando forse aver, morendo, aita,

la cagion onde qui pena ti fiede
dimmi, se giova a te parlar con meco
e, ragionando, meno ‘l duol ti lede».

«Tu, che ten vai per questo loco bieco,»
cominciò ‘l tronco da’ feruti sterpi,
«or satisfatto vederai tuo preco,

ma se i miei rami con la man tua scerpi,
rimembra ch’anco noi nel dolce mondo
uomini fummo, né mai fummo serpi.

Sì vasto mar non v’è né sì profondo
come l’amor che l’alme nostre stringe
e noi morì su l’Eufratès giocondo.

Tisbe io son, e questi che mi cinge
co’ suoi rei rami è Piramo: or ascolta
l’amor ch’ancor di doglia ci dipinge.

La furia che divise noi fu molta,
ché l’odio tra le nostre due famiglie
da le più care braccia mi fè tolta,

ma se piangenti parole di figlie
non posson lor radice a sé far grata,
ben è che le sue fronde sian vermiglie.

Non potea nostra piaga esser placata,
sì che messaggio del nostro bel foco
fu la parete che ne unia crepata.

Noi convenimmo d’incontrarci in loco
soave, com’è scritto in alti versi,
ma fè Fortuna ‘l nostro sogno fioco.

I’ giunsi pria, ma un velo, errando, persi
quand’una leonessa a un chiaro fiume
venia, e in grotta oscura io m’immersi.

Il mio velo assannò, e volle un nume
che, mentre quella fiera se ne gìa,
giugnesse del mio viver il bel lume.

Ei disse: “O veste de la donna mia,
a colei che ti tenne sarò avvinto
da colei che n’avria diviso pria!”.

I’ giunsi poi, e da l’affanno vinto
i’ vidi lui e, ben avendo inteso,
fei d’un color il nostro affetto tinto.

“Mondo crudel, c’hai ‘l nostro pianto acceso,”
allor diss’io, “accogli tu in un’urna
quest’anime che in vita hai sempre leso!”.

Non ebbe ‘l gelso più la prole eburna».

La premiazione si terrà presso il Liceo Scientifico Paritario “San Gregorio Magno” di S.Ilario d’Enza (Reggio Emilia) venerdì 14 marzo 2014, ore 9.00, all’interno della Mattina Dantesca.
Per maggiori informazioni scrivere a apocrifodantesco@gmail.com

VINCITORE APOCRIFO DANTESCO ANACRONISTICO PURGATORIALE 2013
non assegnato

VINCITORE APOCRIFO DANTESCO ANACRONISTICO PARADISIACO 2013
Tommaso Ghezzani, Livorno, Liceo scientifico Francesco Cecioni (Livorno), Classe: 4° A L.S.

Dante incontra Mozart nel Cielo di Mercurio

Di quel concento armonico e sonoro,
Colui ch’è cagion prima e primo moto,
empì la sede al sempiterno coro.

Quel suon che ascoso fummi e ancor remoto
per la mortale orecchia in giù la terra,
di cui fu il ciel per Aristotil voto,

quel suon cui Samo il gran arcano serra,
che solamente infra celesti sfere
la sua sonanza libera e diserra,

quel suon che etterno irradia quel piacere,
piacer che in su l’Empireo ciel discerne
e glorïa de li angeli le schiere,

l’andare rallentò delle superne
note sue e all’ancestrale melodia.
Sì come il vate le sue corde sterne

allor ch’Erato invoca o Polimnìa,
tale s’acquetò dianzi a una lumera
cui una man in un circolo n’uscìa.

Dico che altolevandola in maniera
che un ampio cerchio fu così descritto,
lo spirto pio allentò ciascuna sfera.

“A che confusamente miri dritto?”
dissemi poi che vide ch’io mirava
l’alma face entro cui era circunscritto;

“Se comprender il genio tuo bramava
di cotest’armonia gli alti misteri
mal s’adopra un ingengo che disgrava

sia l’anima che il cor dei suoi doveri,
ma l’alma e il cor con l’intelletto usar
convien, per penetrare tai misteri.

Odi questo concento che l’urtar
delle celesti sfere tempra in guisa
i simili ai dissimili accordar

distinti suoni, così che divisa
alfin non si discerne l’armonia;
proporzion è il principio che ravvisa

coteste arcane leggi d’Uranìa,
principio e norma delle create cose,
non che della medesma scienza mia.”

I’ dissi:”Per Colui che qui ti pose,
deh, mi svela ,anima sapiente e saggia,
or chi tu se’.” Ed ei così rispüose:

“Là dove lo Salzacco tien per piaggia
e le alpi e le pianure, umile nacqui;
loco che il lume vescovile raggia.

Musico fui e a quella gente pïacqui
che nuova Vindobona avea abitato,
e al fine per la stessa inerme tacqui.

Ogni ordigno da queste man menato
di gioia e pianto, i lumi e i cori accese;
conosci in me Volfango da Dio Amato.

Infra le genti Iddio si fe’ palese
per l’opra mia, che in grazia ed in misura,
dallo spirto del mondo, l’amor prese.

Iddio che sé disvela e sé figura
onde trasumanar ver paradiso
colui che infrange le terrestri mura,

pur di süa prigione ancor conquiso.
Della musica è questa la possanza;
unire il mondo vostro a questo Elìso”.

Sì disse e udìo d’un “Gloria” la sonanza.

La premiazione si terrà presso il Liceo Scientifico Paritario “San Gregorio Magno” di S.Ilario d’Enza (Reggio Emilia) venerdì 14 marzo 2014, ore 9.00, all’interno della Mattina Dantesca.
Per maggiori informazioni scrivere a apocrifodantesco@gmail.com

Annunci

~ di debenedittismatteo su 27 febbraio 2014.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: