I Libri


S.M.A.R.F.O. – Mondadori (oscar primi junior) 2017

Da quando i loro genitori si sono separati anche Lorenzo e Francesca non sono più sulla stessa lunghezza d’onda: il primo è sempre iperconnesso, l’altra ha messo al bando cellulare e videogiochi. Lui sta con i Cliccati e vive a colpi di click; lei esplora il mondo insieme agli Sconnessi. Ma il fantasma di Urre incombe sui due gruppi, e i gemelli devono sincronizzarsi al più presto per risolvere il mistero.


DINOTRAPPOLE – SanPaolo 2017

Dinotrappole è una simpatica lettura per bambini dai risvolti inaspettatamente educativi e dalla morale profonda, pur nella sua semplicità. E’ un libro che parla di bambini, compiti, dinosauri e amicizia e fa tutto questo con un’immediatezza quasi sconcertante: non c’è una parola fuori posto o una frase che risulti non-pensata, ma di questo si accorge chi nella sua vita ha cercato di scrivere qualcosa, non il giovane lettore, perché ogni espediente letterario usato dall’autore non suona artificioso e si inserisce con così tanta naturalezza nel testo da risultare impalpabile. Matteo De Benedittis non ignora alcuni dei “topics” della recente letteratura per i più giovani (vedi Geronimo Stilton o libri simili) ma in Dinotrappole non c’è alcun segno di pesantezza o ridondanza di certe formule stilistiche tanto care ai piccoli lettori. La storia può essere piacevolmente letta anche dagli adulti, che al termine delle intricate avventure di Dino, tutto impegnato nel dare la caccia ai dinosauri nel giardino di casa (con l’ostacolo del gatto di Sara, però), potranno riscoprire quanto valore ha una vera amicizia (o forse un primo amore). Buona lettura a tutti!

Recensione dell’amico e collega Lorenzo Calanchini


CANTAMI O DJ – Kowalski/Feltrinelli 2009

L’autore di questo libro non cela le proprie ambizioni: insegnare il piacere della letteratura, far ammutolire gli studenti di fronte a un ossimoro, sbalordirli davanti a nugoli di metafore, fulminarli con la bellezza lancinante di una sinestesia o di un endecasillabo ben temperato… e questo grazie alle canzoni.

Ehi, ma cosa hanno a che fare le canzoni con l’italiano, quello che si studiano a scuola?

C’entrano eccome!

Da Ligabue alla sigla dei Puffi, da Jovanotti a Samuele Bersani, passando per Tapparella di Elio e le Storie Tese, Cantami o deejay è ricchissimo di esempi di questa letteratura pop che passa tutti i giorni in formato mp3 per le cuffie di migliaia di studenti.

Endecasillabi, novenari, rime alternate: sono il pane quotidiano di J-Ax e Max Pezzali, che Dante e Petrarca se li lasciano al palo.

Ossimori, allitterazioni, metafore? Il Foscolo, un rapper come Caparezza lo spezza in due.

E senza dimenticare di approfondire le nozioni basilari di “parafrasi & commento”, altre due bestie nere degli studenti italiani.

Libro aperto e cuffie in testa: siete pronti? Proprio come se foste alla lezione di un professore finalmente fico, la parola scritta a un certo punto uscirà dal libro e sentirete la viva voce del prof trascinarvi, un esempio dopo l’altro, nel cuore vivo e pulsante della lingua italiana.

Che cosa state aspettando? Girate pagina, e push Play!

Annunci

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: